Piccolo dizionario cinese-inglese per innamorati

by Xiaolu Guo | Literature & Fiction |
ISBN: 8817015253 Global Overview for this book
Registered by LaSinforosa of Milano, Lombardia Italy on 2/13/2007
Buy from one of these Booksellers:
Amazon.com | Amazon UK | Amazon CA | Amazon DE | Amazon FR | Amazon IT | Bol.com
11 journalers for this copy...
Journal Entry 1 by LaSinforosa from Milano, Lombardia Italy on Tuesday, February 13, 2007
un punto di vista diverso; lo sguardo di una giovane scrittice-regista cinese sulla civiltà occidentale, incompresioni e riflessioni.
Dolceamaro ma curioso, chi ha amato Lost in translation non può perderlo

Journal Entry 2 by Eilan86 on Wednesday, February 14, 2007
Trovato ieri al meet-up mi incuriosisce e mi attira...quindi voglio leggerelo presto

Journal Entry 3 by Eilan86 on Saturday, March 31, 2007
Il libro diventa un ring dopo che lo avrò letto.

Lista:

Journal Entry 4 by laurasan from San Giuliano Milanese, Lombardia Italy on Wednesday, April 18, 2007
Finalmente riesco a fare la j.e! Ricevuto (a mano) da Eilan...inizio la lettura al più presto!

Journal Entry 5 by laurasan from San Giuliano Milanese, Lombardia Italy on Friday, May 11, 2007
Allora...poteva essere un libro divertente e di riflessione sulle diversità culturali e i fraintendimenti linguistici fra orientali ed occidentali. Poteva essere un libro d'amore malinconico su una storia d'amore a distanza (molta distanza). Ma, e qui esce il mio animo bacchettone da anni e anni di scuola dalle suore, a volte sembrava molto più semplicemente un libro di narrativa erotica. Ok, il sesso è una cosa nuova per lei, abbiamo capito ma c'era bisogno di continui espliciti riferimenti e descrizioni fin troppo particolareggiate? 6 politico. Grazie comunque per l'opportunità di averlo letto.

Journal Entry 6 by tilly77 from Cesena, Emilia Romagna Italy on Monday, May 14, 2007
Arrivato, grazie! Purtroppo la coda prima di lui è lunga...

Journal Entry 7 by tilly77 from Cesena, Emilia Romagna Italy on Monday, June 11, 2007
L'autrice ha saputo descrivere discretamente il senso di straniamento di questa ragazza catapultata in un mondo così diverso dal suo e il bisogno di attaccarsi quasi ossessivamente alla persona che per lei rappresenta una nuova casa. Le scene di sesso non mi hanno affatto disturbato perché funzionali a quell'idea di disperata incomunicabilità fra due mondi (oriente-occidente; donna-uomo) che lascia addosso una forte sensazione di solitudine...

Journal Entry 8 by giocina from Ospitaletto, Lombardia Italy on Tuesday, July 03, 2007
Splendido inizio, meraviglioso il modo in cui cambia il linguaggio con il procedere della permanenza: sarà che mi sembra di rivivere le cose ma con le lingue al contrario??
Non da bacchettona, ma concordo con il fatto che ricorrere al sesso così spesso è superfluo, e a mio parere ha fatto deviare da quello che avrebbe potuto essere un libro davvero molto molto bello.
Rimane molto bello.

Journal Entry 9 by Surfergirl from Trento, Trentino Alto Adige / Südtirol Italy on Wednesday, July 11, 2007
arrivato da me

Journal Entry 10 by Surfergirl from Trento, Trentino Alto Adige / Südtirol Italy on Wednesday, July 11, 2007
Come potete notare sono stata un fulmine a leggere questo libro, che mi ha preso fin da subito e che ho appena finito :-)

Ho subito avuto simpatia per la protagonista, un pò meno per l'uomo Inglese, mi ha quasi commosso come alla fine riescono a comunicare nonostante le problematiche linguistiche/culturali.

Fin da subito a me era parso chiaro che non avrebbero mai potuto stare insieme, ma sono rimasta stupita di quanto il tempo passato (e non passato) insieme abbia provocato cambiamenti cosi grandi in entrambi: lei al ritorno è diventata una DONNA, lui finalmente si rende conto di cosa voleva veramente.

Non ho trovato le scene di sesso troppo eccessive, in alcuni casi quella è l'unica lingua per "comunicare" e sentirsi vicini, soprattutto se si è vissuto fino a poco prima in realtà molto differenti dove certe cose si fanno ma non si dicono.

Un libro arrivato in un momento particolare, subito dopo una swrie di eventi che mi avrebbe far potuto scrivere un "piccolo dizionario italiano- ...." per cui ho trovato la lettura interessante e stimolante.

Appena ricevo l'indirizzo di Annanda il libro riparte :-)

Journal Entry 11 by annanda from Padova, Veneto Italy on Tuesday, September 11, 2007
Letto con un senso di stizza che mi ha seguito per tutto il libro.
Con una voglia di prendere Z per le spalle e scrollarla a dovere.
Lo faccio ora. In bianco, perchè è tutto spoiler.


"Allora: va bene, sei una ragazza sola in un paese straniero e profondamente diverso dal tuo, i tuoi genitori hanno deciso per te che dovevi partire, hai tutte le attenuanti del mondo. Ma non puoi, dico, NON PUOI continuare a lagnarti per 330 pagine. A torturarmi con la tua incessante lagna che abbraccia qualunque cosa o avvenimento ti circondi. Sforzati, esci, conosci gente. Ok, vuoi stare con lui. A parte che lui secondo me non ti ama e sopratutto non ti stima granchè; ma lascialo respirare, santo cielo! Dagli fiato! Se esce con gli amici, esci anche tu, avrai conosciuto qualcuno al corso di inglese, non mi pare tu abbia tutta questa grande difficoltà a fare nuove conoscenze, (anche se quelle descritte sono praticamente solo maschili) e comunque, sei una sanguisuga, cosa dovrebbe fare, stare abbracciato a te per tutta la vita? Non distogliere mai lo sguardo dai tuoi occhi?
Cavoli, sei di un egoismo travolgente! Cerchi di catalizzare affetto e attenzione a tutti i livelli, non te ne danno mai abbastanza e tu, così altruista, appena ti si presenta l'occasione pianti senza rimorsi i tuoi genitori (che hanno speso i risparmi di una vita per farti studiare all'estero in modo che tu li possa poi aiutare nel lavoro) e te ne vai per i fatti tuoi. Ok, hai diritto ad una tua vita, ma non ti pare di essertene approfittata un po'?
Quando lui ti spinge a fare un viaggio sei addirittura accecata dalla voglia di tornare, tanto da non notare quasi i posti più belli d'Europa (che liquidi con due parole, per lo più incentrate sulla tua persona). Rimani incinta e non ti sfiora neppure il dubbio se tenere o meno il bambino. Vuoi correre in clinica. Ok, sei in una brutta situazione, ma non ti chiedi neppure se ci siano altre soluzioni. E comunque anche il tuo amato, com'è sensibile, non obbietta neppure, non chiede, non dice nulla. Questo credo la dica lunga sull'affetto che prova, no?
Ma in fondo forse è stato meglio così. Se riesci ad essere così cieca e possessiva nei confronti di un uomo che conosci da poco, chissà nei confronti di un figlio.
Mai pensato di provare a stare in piedi da sola, ragazza? Il finale lascia intravedere un'idea di riscatto, almeno ci provi, ad arrangiarti nella vita... "

Mi dispiace. Magari questo libro era permeato di profonde riflessioni riguardo le differenze tra oriente ed occidente, qualcuno le ha anche colte, io proprio no.
Una protagonista così insopportabile mi ha reso difficile vedere gli aspetti nascosti del libro.
Consegna stasera ad Ecceancilla.

Journal Entry 12 by ecceancilla from Padova, Veneto Italy on Monday, October 08, 2007
ricevuto da annanda all'ultimo mu. lo leggerò subito. la prima pagina mi ha subito ricordato l'amatissima duras. deliziosa l'autrice, troppo bella la sua foto in copertina...

Journal Entry 13 by Franciek from Firenze, Toscana Italy on Tuesday, April 01, 2008
arrivato!

Journal Entry 14 by Franciek from Firenze, Toscana Italy on Wednesday, April 23, 2008
L'ho voluto leggere perchè si svolge per lo più a Londra, e ho fatto bene perchè è delizioso! Mi piace la struttura del libro, ma la protagonista non mi sta molto simpatica... peccato!
Lo passo a Helldreams a mano

Journal Entry 15 by helldreams from Pistoia, Toscana Italy on Wednesday, April 30, 2008
Carino... lo stò leggendo adesso...
grazie a Franciek per il passaggio a mano!

Journal Entry 16 by helldreams from Pistoia, Toscana Italy on Thursday, May 15, 2008
libro a tratti divertente e interessante...
si legge molto bene...piacevole... anche se la protagonista è un pò tocca...

Journal Entry 17 by piccinella from Orléans, Centre France on Saturday, June 07, 2008
arrivato sano e salvo a casetta mia.

Journal Entry 18 by piccinella from Orléans, Centre France on Thursday, July 24, 2008
Già..la protagonista è un po' tocca, ma forse anche diversa dagli occidentali ed è proprio per questo che risulta così strana.
In fin dei conti, mi piace. Mi è piaciuta Z: il suo carattere, la sua voglia di sapere. Un po' meno la sua dipendenza da lui.Un amore è attaccamento viscerale all'amato,ma l'importante che non sia dipendenza.
Molto carina la scelta di iniziare ogni capitolo con una parola,in inglese, parola che risulta essere nuova nel lessico,ma vecchia nella vita quotidiana.

pronto da consegnare al prossimo lettore

Are you sure you want to delete this item? It cannot be undone.