@ La masseria delle allodole

by Antonia Arslan | Literature & Fiction |
ISBN: 9788817016339 Global Overview for this book
Registered by aly24j of Pradamano, Friuli Venezia Giulia Italy on 11/8/2008
Buy from one of these Booksellers:
Amazon.com | Amazon UK | Amazon CA | Amazon DE | Amazon FR | Amazon IT | Bol.com
11 journalers for this copy...
Journal Entry 1 by aly24j from Pradamano, Friuli Venezia Giulia Italy on Saturday, November 08, 2008
Ispirato ai ricordi familiari dell'autrice, il racconto della tragedia di un popolo "mite e fantasticante", gli armeni, e la struggente nostalgia per una terra e una felicità perdute. La masseria delle allodole è la casa, sulle colline dell'Anatolia, dove nel maggio 1915, all'inizio dello sterminio degli armeni da parte dei turchi, vengono trucidati i maschi della famiglia, adulti e bambini, e da dove comincia l'odissea delle donne, trascinate fino in Siria attraverso atroci marce forzate e campi di prigionia. In mezzo alla morte e alla disperazione, queste donne coraggiose, spinte da un inesauribile amore per la vita, riescono a tenere accesa la fiamma della speranza; e da Aleppo, tre bambine e un "maschietto-vestito-da-donna" salperanno per l'Italia...

Ho assistito ad un incontro con l'autrice a PordenoneLegge 2008 e l'ho comprato (e fatto autografare ovviamente), ma non l'ho ancora letto!


Journal Entry 2 by aly24j from Pradamano, Friuli Venezia Giulia Italy on Friday, November 21, 2008
RING!

Partito il 24 Novembre da Udine, di seguito alcune "istruzioni" (o gentili richieste):

1- Per il libro va fatta solo la journal entry (una quando lo ricevete, così so che non si è perso nei meandri delle poste ed una in uscita con il commento) - non serve fare release notes;
2- Se possibile, aggiungete alla j.e. un’immagine, per esempio una foto della vostra città o quasiasi cosa vi ispiri/rappresenti in quel momento;
3- Nel libro ci sono alcuni post-it colorati: usateli pure per commentare (e firmate ;-))!

Inoltre suggerisco...Perché non postate i vostri commenti sia sulla j.e. che sul thread recensioni del forum?


Partecipano:

1) Claudia1964 (Civitanova Marche)
2) Alced0atthis (Udine)
3) Alessiam1984 (Bari)
4) Celesteathena (Sarnico)
5) Lulu [lucecuriosa su BC.com]
6) Roppa (Albavilla/Marnate)
7) Sabella (Napoli)
8) MartinaViola (Latina)
9) Ikky (Udine-Bolzano)
10) Gothicrise (Livorno)<- il libro è qui
11) Svampyforever (Conegliano)

[ex 9) Ermydave (Millesimo)-> problemi di contatto/spedizione: non mandare il libro senza chiedere alla Ringmaster, grazie]

Journal Entry 3 by claudia1964 from Civitanova Marche, Marche Italy on Thursday, November 27, 2008
Il libro è arrivato ieri. Va un pò in coda, spero di leggerlo presto.

Journal Entry 4 by claudia1964 from Civitanova Marche, Marche Italy on Thursday, January 15, 2009
Prima di leggere questo libro non sapevo nulla del genocidio degli armeni da parte dei turchi avvenuto nel 1915.
Quello che mi ha colpito di questo libro è lo stile usato dalla Arslan: una tragedia immane raccontata con lievità, con dolcezza.
Ma sempre un pugno nello stomaco ti arriva dritto. E ti fa pensare ad altri genocidi, a quanto capiterà alcuni anni dopo agli ebrei in Germania.
Da leggere, per non dimenticare.

Journal Entry 5 by alced0atthis from London, Greater London United Kingdom on Wednesday, January 28, 2009
Arrivato! Grazie!

Journal Entry 6 by alced0atthis from London, Greater London United Kingdom on Saturday, February 07, 2009
Anche io non conoscevo la storia degli armeni. L'unico armeno per cui ho lavorato, un signore sulla settantina, a Londra, non ne parlava. La sua famiglia era emigrata prima a Cipro e poi a Londra e il suo migliore amico era turco. Più leggo questi libri e più mi convinco che la bestialità umana sia troppo spesso pilotata e forzata a livello politico. Grazie Alj, e buona lettura a chi segue. Spedisco appena ho l'indirizzo.

Journal Entry 7 by Alessiam1984 from Milano, Lombardia Italy on Tuesday, February 17, 2009
Arrivato oggi.. e mi ispira tantissimo! ho un ring da finire, quindi lo metto per un po' in coda. Grazie ringmaster!

Journal Entry 8 by Alessiam1984 from Milano, Lombardia Italy on Wednesday, March 04, 2009
libro terminato! intenso, commovente e forte. non mi è piaciuto però lo stile dell'autrice, che a volte si dilungava un po' troppo e altre volte cercava di riassumere in maniera poco efficace, secondo me, alcuni passaggi.

Lo passo a Celesteathena appena ho il suo indirizzo ;)

Journal Entry 9 by celesteathena from Paratico, Lombardia Italy on Friday, March 13, 2009
Arrivato, va in coda....

Journal Entry 10 by celesteathena from Paratico, Lombardia Italy on Friday, April 17, 2009
veramente un bel libro e così ho scoperto la storia di un popolo che non conoscevo!Grazie ringmaster,mi hai tolto un po' di ignoranza!E' ripartito oggi!

Journal Entry 11 by lucecuriosa from Roma, Lazio Italy on Monday, April 20, 2009
arrivato oggi...grazie!!!

Journal Entry 12 by lucecuriosa from Roma, Lazio Italy on Tuesday, July 07, 2009
Esprime in anieras delicata sentimenti intimi, e narra la storia di questa famigia che poi viene distrutta. Descrittivo e volutamente lento. Una ricerca accurata per ogni parola e ogni sensazione.
Molto, molto triste. Ovviamente.

Journal Entry 13 by Roppa from Albavilla, Lombardia Italy on Wednesday, November 11, 2009
Arrivato oggi, già il solo aspetto esteriore mi ha catturata.

Journal Entry 14 by Roppa from Albavilla, Lombardia Italy on Thursday, December 03, 2009
Questo libro mi è piaciuto molto,
nonostante la tragedia immane che racconta che,
come tante altre passate ed attuali, non riuscirò mai nemmeno lontanamente a concepire,
la cosa che più mi ha colpito è stato il racconto dell'anima del popolo armeno.
Mi è sembrato di essere Aladino che scopre la caverna piena di tesori preziosi.

Spedito oggi a Sabella

Journal Entry 15 by sabella from Napoli, Campania Italy on Wednesday, December 23, 2009
E' qui da me.

Journal Entry 16 by sabella from Napoli, Campania Italy on Friday, February 05, 2010
Grazie per l'intensa e bella lettura. Il libro mi è piaciuto, anche se ho trovato che i singoli personaggi restano un po' sullo sfondo rispetto alla storia e mi sarebbe piaciuto che fossero più approfonditi. Mi ha colpito soprattutto l'armeno in Italia, che avrebbe avuto tutto per essere felice ma è segnato dal dolore della sua famiglia e della sa terra.
Ripartito stamattina verso Martinaviola.

Journal Entry 17 by MartinaViola from Latina, Lazio Italy on Monday, February 08, 2010
le allodole sono arrivate a casa mia e ci resteranno per un po'! :)
Almeno si sta caldi...

Journal Entry 18 by MartinaViola at Latina, Lazio Italy on Sunday, October 24, 2010
La storia della famiglia Arslanian ha l’effetto di una lama che squarcia il velo di ignoranza che avvolge il genocidio degli armeni: un massacro voluto dai turchi, attuato tra il 1915 e il 1916, per restituire al paese l’omogeneità etnico-culturale. Quasi un secolo dopo questa barbarie disumana, descritta con dovizia di particolari da Antonia Arslan, sono soltanto venti i paesi che riconoscono ufficialmente il genocidio degli armeni.
Fa venire la pelle d’oca: negare questo massacro equivale a negare l’olocausto.
In Turchia, però, continuano a fingere che non sia mai successo, anzi nominare l’esistenza del genocidio è considerato un atto anti-patriottico, da denunciare: un reato di cui si è macchiato anche Orhan Pamuk, grande autore turco, fornendomi un motivo in più per stimarlo.

Detto questo, è impossibile leggere questo libro come se fosse un romanzo qualsiasi: ci vuole coraggio per ricostruire una tragedia, per scavare tra le macerie dei ricordi di un passato tanto doloroso. Le parole racchiuse in ogni pagina delineano fatti realmente accaduti, cui l’autrice tenta con scarso successo di conferire un certo spessore letterario. La scrittura appare di volta in volta troppo ricca o troppo frettolosa, continuamente tesa verso qualcosa d’altro. Come se questa testimonianza fosse una corsa contro il tempo: una sfida a tirar fuori tutto prima che la gente ci ripensi e smetta di leggere per tornare alla vita di tutti i giorni e dimenticare, ancora una volta, questa tragedia.

Mi scuso con Aly per averlo trattenuto tanto a lungo.
Grazie di questa lettura così importante. :)

Spedisco a Ikky.

Journal Entry 19 by ikky at Bolzano / Bozen, Trentino Alto Adige / Südtirol Italy on Thursday, November 04, 2010
Arrivato!

Journal Entry 20 by ikky at Bolzano / Bozen, Trentino Alto Adige / Südtirol Italy on Sunday, May 01, 2011
Ops, mi ero dimenticata la je.
Molto bello, anche se fa male. Racconta delle cose inimmaginabili, è incredibile a cosa si può adattare un uomo (o donna) per sopravvivere. Va letto piano, piano, cercando di digerire tutto quello che si legge. Lo stile non mi è piaciuto molto.

Swampy ha chiesto di essere saltata, contatto Gothicrise.

Journal Entry 21 by gothicrise at Livorno, Toscana Italy on Monday, May 16, 2011
Arrivato!

Journal Entry 22 by gothicrise at Livorno, Toscana Italy on Monday, September 24, 2012
Sono stata davvero colpita dalla storia degli armeni, sapevo un pò cosa fosse accaduto ma non ne conoscevo qualcuno di persona e sono davvero felice di averne appreso tutti i dettagli dal romanzo di Antonia. La scrittura non è nel mio stile preferito, troppo arzigogolata e a volte plateale, avrei usato una struttura diversa per raccontare questi eventi ma l'ho letto volentieri fino alla fine più per la storia davvero agghiacciante e profonda che per il romanzo in se, spero che queste barbarie non accadano più nel per questioni economiche, religiose, o raziali, tutti dovrebbero ricordare e pensarci. RIngrazio molto della lettura!

Journal Entry 23 by aly24j at Pradamano, Friuli Venezia Giulia Italy on Tuesday, October 16, 2012
Tornato a casa dopo quasi tre anni!!
Grazie a tutte, leggerlo dopo averlo condiviso con voi corsare sarà davvero speciale!

Are you sure you want to delete this item? It cannot be undone.