Le guerre dell'acqua

by Vandana Shiva | Nonfiction |
ISBN: 8807818035 Global Overview for this book
Registered by alfiere of Milano, Lombardia Italy on 3/23/2003
Buy from one of these Booksellers:
Amazon.com | Amazon UK | Amazon CA | Amazon DE | Amazon FR | Amazon IT | Bol.com
15 journalers for this copy...
Journal Entry 1 by alfiere from Milano, Lombardia Italy on Sunday, March 23, 2003
Questo è il frutto del bookshopping di sabato,
lo stò leggendo e fra non molto vi farò sapere....

Journal Entry 2 by alfiere from Milano, Lombardia Italy on Monday, March 31, 2003
E' un libro angosciante, non perchè sia scritto come un thriller, no!
E' angosciante perchè mette in evidenza un problema molto serio che riguarda tutta l'umanità, la carenza idrica, che molto spesso è solo un businnes per pochi.
E' un'arma che viene usata dalle grandi multinazionali per incrementare i loro guadagni colpendo come sempre le categorie più disagiate.
Mi rendo conto che spiegata così potrebbe sembrare la solita propaganda no global, disfattista, etc. etc. in realtà, quello che viene definito il business della sete è molto reale.
Una cosa che mi ha colpito è una frase riportata da una riunione tenutasi nel CdA di una di queste multinazionali, il cui senso è più o meno questo (nel libro è citata testualmente): al mondo ci sono circa 6 miliardi di persone e ogni giorno queste persone avranno sete, se noi si riesce a vendergli le nostre bevande (acqua compresa) avremo il futuro assicurato per parecchi anni.
Ora questo discorso potrebbe sembrare utopistico, nella realtà è molto semplice da porre in essere e in alcune parti del globo stà già avvenendo. Come? Basta impiantare un sistema agricolo che richieda più acqua di quella disponibile, come ad esempio sostituire le piantagioni autoctone con piante ad uso industriale che richiedano più acqua per essere produttive. Ovvero si incentivano i contadini a sostituire le piantagioni di quercia con quelle di eucalipto, il quale per crescere ha bisogno di molta più acqua delle querce, provocando così un progressivo impoverimento delle riserve idriche e riducendo quindi la disponibilità di acqua per usi civili.
Ma perchè i governi consentono queste manovre? Perchè normalmente sono obbligati da organismi internazionali a privatizzare gli acquedotti, in cambio dell'accesso agli aiuti economici.
Ma questo è solo uno degli esempi che l'autrice riporta e spiega (devo dire molto bene) nel suo libro.

Lo consiglio caldamente a tutti, per questo motivo ho deciso di lanciarlo come bookring.

Journal Entry 3 by alfiere from Milano, Lombardia Italy on Wednesday, April 09, 2003
Il momento tanto aspettato è giunto.

Qualche piccola indicazione, scopiazzata allegramente dai bookring precedenti:
1- Per il libro si devono fare due JOURNAL ENTRY (uno in entrata e uno in uscita);
2- si prega di NON fare RELEASE NOTE;
3- Se possibile, aggiungete al j.e. un’immagine, per esempio una foto della vostra città (se non potete farlo scrivetemi che vi aggiusto io l'immagine, poi ve la mando e voi la caricate - non posso farlo io direttamente nella vostra journal entry);
4- Potete mettere nel libro (o nella busta di spedizione) dei segnalibri o delle cartoline;
5- C'è un diario di bordo all'inizio del libro, firmatelo tranquillamente.....
6- In fondo al libro ci sono alcune pagine bianche, se avete voglia fateci dei brevi commenti, saranno graditi. Aggiungete pagine bianche quando saranno finite…

Se avete bisogno dell'etichetta per la spedizione del libro, la trovate qui
http://www.rinaldiweb.it/eurobc/stuffs/BC-IT-etichetta-ring.jpg

Sarebbe meglio inoltre se ognuno degli “anelli” contattasse la persona che si trova dopo di lui.

IMPORTANTE: è inutile specificare che, quando vi arriverà il libro a casa, abbia la precedenza su tutto quello che state già leggendo, in modo da farlo ripartire in tempi brevi nel rispetto di tutti coloro che hanno aderito.

L'ordine da seguire TASSATIVAMENTE è:
01>Banshee,
02>Solimano,
03>Corso,
04>Keoma,
05>Vivimum,
06>A-mia,
07>Ciucchino,
08>Pupa,
09>Vesna,
10>Fiordistella,
11>Biondina,
12>Santex,
13>Silvana,
14>Silviazza,
15>vivena1975,
16>Matrix,
17>Colabrodo,
18>Alfiere. :o)

Buona lettura!
Per qualsiasi dubbio, domanda etc. etc. non esitate a contattarmi....

Journal Entry 4 by Banshee on Tuesday, April 15, 2003
Arrivato ieri via posta!
Inizierò oggi la lettura (ieri sera ho fatto qualche assaggino e letto tutte le note manoscritte di Alfiere e Kassandra).
L'immagine è tratta dal documento Unesco "Learning to combat desertification" (altre informazioni su www.wateryear2003.org )

Journal Entry 5 by Banshee on Monday, April 21, 2003
Riporto solo una delle tante frasi che mi hanno colpita: "La Commissione mondiale sulle dighe calcola che, a livello globale, gli individui sfollati a causa di progetti di dighe sono tra i 40 e gli 80 milioni."
Il libro partirà domani mattina diretto in toscana.

Journal Entry 6 by solimano from Firenze, Toscana Italy on Wednesday, April 23, 2003
Ho conosciuto proprio stasera Alfiere al meet up del Granducato. Arrivata a casa, ho avuto una graditissima sorpresa: il libro del bookring era già arrivato e mi aspettava nella cassetta della posta. Riprenderà prestissimo il suo viaggio, contateci.

Journal Entry 7 by solimano from Firenze, Toscana Italy on Saturday, April 26, 2003
E' difficile trovare un saggio "ecologico" che si legga come un romanzo. Questo è uno dei pochi, anzi pochissimi.
Dal punto di vista "letterario" è una lettura piacevolissima e scorrevole.
Ma quando ti accorgi che, al di là del libro ben scritto c'è molto, molto di più, beh, allora cominci a starci male.
Capisci che tante situazioni descritte non sono poi così lontane da noi; acquisisci nuove chiavi di lettura anche per notizie passsate in modo fin troppo distratto.
Forse noi ci accorgiamo che l'acqua è un bene tanto prezioso solo quando non riusciamoa sciacquarci le mani insaponate perchè dal rubinetto esce soltanto un sinistro gorgoglio.
Se dovessi proprio trovare un difetto nel saggio di Vandana Shiva, lo troverei nell'avere, in certi punti, troppo "indianizzato" il problema. Capisco che il subcontinente indiano è tra i luoghi più colpiti dalle conseguenze delle "guerre dell'acqua", ma, in certi passaggi, la cosa si fa, a mio parere, troppo dettagliata.
Rimane comunque un'ottima lettura.
Il libro ripartirà oggi, dall'Arno verso il Tevere (o giù di lì). Buon viaggio!

Journal Entry 8 by corso from Roma, Lazio Italy on Tuesday, April 29, 2003
Arrivato!
Ho passato la sera a leggere le ricche pagine dei commenti di chi mi ha preceduto e l'introduzione al libro!
Speriamo che nel corpo del libro l'autore lasci un po' da parte lo spirito antiglobalizzazione scontato con cui ha iniziato il libro!

Journal Entry 9 by corso from Roma, Lazio Italy on Wednesday, May 07, 2003
Concordo con Solimano sulla eccessiva indianizzazione del testo! Inoltre ho trovato un po' eufemistico sostenere la tesi che alcuni dei conflittisparsi per il globo siano generati eslclusivamente per il controllo dell'acqua :( (vedi palestina!)


Journal Entry 10 by keoma from Bratislava, Bratislavský kraj Slovakia on Monday, May 12, 2003
arrivato sabato, con commenti interessantissimi: il libro promette bene...

Journal Entry 11 by keoma from Bratislava, Bratislavský kraj Slovakia on Wednesday, June 25, 2003
partito oggi alla volta di roma.
confesso, non sono riuscita a finirlo... ma quei tre capitoli che ho letto mi hanno veramente colpita!

Journal Entry 12 by vivimum from Roma, Lazio Italy on Wednesday, July 02, 2003
Eccolo, finalmente!!! Ho quasi dovuto prendere un appuntamento con le Poste per farmi trovare durante la consegna (dopo 2 tentativi falliti!).
Per un pelo, poi: non mi era mai capitato di scendere di corsa in accappatoio per ricevere posta!

Journal Entry 13 by vivimum from Roma, Lazio Italy on Wednesday, September 03, 2003
La lettura si e' protratta per un bel periodo, a piccoli pezzi perche' non sono stata in grado di finirlo tutto d'un fiato. Forse la ricchezza di particolari, cifre, date, lo ha reso per me un po' piu' pesante del normale, tuttavia l'ho trovato semplice e pieno di spunti di riflessione, che avrei perso se mi fossi fermata dopo poche pagine (c'e' stata una tentazione, poi ' svanita!). L'estate e le vacanze sono state complici del mio ritardo....
Il libro riparte domani alla volta di Viterbo. Buon viaggio e grazie Alfiere!

Journal Entry 14 by a-mia from Boulder, Colorado USA on Saturday, September 06, 2003
è arrivato stamattina.

Journal Entry 15 by a-mia from Boulder, Colorado USA on Tuesday, September 09, 2003
angosciante sì, ma penso che sia un libro "importante".
almeno, lo è stato per me: mi ha fatto riflettere su quanto sia facile sprecare, su quanto sia "impensabile" fare a meno dell'acqua... fin quando ce l'hai a disposizione senza doverci nemmeno pensare. e su quanto siano concrete e vaste le conseguenze della sua mancanza.

(dal sito dell'UNICEF: Standing waist-deep in water, a woman collects drinking water from a tap outside her flooded house in Bangladesh).

Journal Entry 16 by ciucchino from Torino, Piemonte Italy on Wednesday, September 10, 2003
E' arrivato oggi.

Journal Entry 17 by ciucchino from Torino, Piemonte Italy on Tuesday, September 16, 2003
Un saggio per riflettere su come l'acqua non deve essere considerata come qualcosa di scontato.
"... quando l'acqua scompare non ci sono alternative ... un sostituto di questo liquido prezioso, indispensabile per la sopravvivenza biologica di animali e piante, semplicemente non esiste".

Journal Entry 18 by wingAnonymousFinderwing on Wednesday, September 24, 2003
E' arrivato anche a me. a presto...

CAUGHT IN TORINO PIEMONTE ITALY

Journal Entry 19 by Pupa from Torino, Piemonte Italy on Wednesday, September 24, 2003
Scusate, ma anonymus sono io, il libro non e' arrivato a sconosciuti....presto i commenti

Journal Entry 20 by Pupa from Torino, Piemonte Italy on Wednesday, October 22, 2003
Penso che sia necessario un momento di riflessione.
Non so se il pensare a tutti coloro che in questo momento soffrono o stanno male per mancanza d'acqua, di cibo e di medicine sia sufficiente per farci capire che un giorno anche noi potremmo essere nelle stesse condizioni, ma questo libro mi ha dato la possibilita' di sentirli piu' vicini.
E' poi vero che forse e' un modo per evidenziare le problematiche di una parte del mondo piuttosto che di generalizzare la realta' del problema, ma credo che le visioni generalizzate siano troppo dispersive e che non ci restituiscano la reale dimensione del problema

Journal Entry 21 by vesna from Torino, Piemonte Italy on Thursday, November 06, 2003
eccezionale, assolutamente da legere

Journal Entry 22 by FIORDISTELLA from Concorezzo, Lombardia Italy on Sunday, November 23, 2003
OK, il libro è arrivato, e ho già cominciato a leggerlo!

Journal Entry 23 by FIORDISTELLA from Concorezzo, Lombardia Italy on Saturday, January 10, 2004
Questo è un libro che dovrebbe essere letto da tutti, ma proprio tutti.
Il libro è finalmente in partenza, mi scuso con tutti i bookcorsari in attesa, ma ci sono stati un pò di problemi: ora è on the road.
Ciao a tutti ;o)

Journal Entry 24 by Biondina on Saturday, January 17, 2004
Il libro è arrivato...

Journal Entry 25 by lavale from Milano, Lombardia Italy on Saturday, June 04, 2005
arrivato oggi.


Santex
silvana
Matrix
non hanno dato segno di vita,

silviazza
vivena1975
non sono piu' interessate a questo ring.

quindi spedisco a Colabrodo.

Journal Entry 26 by Colabrodo from Paris, Ile-de-France France on Friday, December 16, 2005
Arrivato ieri, giusto giusto prima delle vacanze... ;)

Journal Entry 27 by alfiere from Milano, Lombardia Italy on Thursday, January 18, 2007
dopo un lungo peregrinare, é tornato finalmente a casa.
lo rileggero' con attenzione e con un occhio a cio' che sta succedendo anche in Italia, soprattutto in Puglia e nella provincia d'Arezzo...
Un grazie di cuore a tutti voi che avete condiviso ed arricchito questo libro.
non temete, non si riposera' a lungo, presto ripartira' per toccare altre mani (e speriamo non solo quelle, ma anche coscienze).
A presto e grazie ancora, vado a leggermi i commenti.

Are you sure you want to delete this item? It cannot be undone.