@Cavie: Un romanzo di storie

by Chuck Palahniuk | Literature & Fiction |
ISBN: 8804544384 Global Overview for this book
Registered by magenta82 on 11/13/2007
Buy from one of these Booksellers:
Amazon.com | Amazon UK | Amazon CA | Amazon DE | Amazon FR | Amazon IT | Bol.com
8 journalers for this copy...
Journal Entry 1 by magenta82 on Tuesday, November 13, 2007
Sono stati portati in un teatro abbandonato di una città ignota, sono quindici, e ognuno di loro ha risposto all'annuncio di un "luogo di ritiro per scrittori" dove potersi isolare per novanta giorni e scrivere il proprio capolavoro. Ma le cose non vanno proprio come previsto e i protagonisti iniziano a raccontarsi storie sempre più estreme in un moderno "Decamerone" e a mettere in atto spietate strategie per mettersi sotto la luce migliore quando l'inevitabile salvataggio li porterà alla gloria.

Journal Entry 2 by magenta82 on Monday, November 19, 2007
per controllare la lista dei partecipanti a questo ring controllate il forum

per contattare me usate i messaggi privati di questo sito, del forum sopracitato o l'email magentabc/at/gmail.com perchè non leggo sempre il forum quindi potrei non avere modo di rispondervi.

indicazioni generali:

1 - Per il libro vanno fatte due journal entry, una in entrata e una in uscita. si prega di non fare release notes;

2 - Potete mettere nel libro (o nella busta di spedizione) dei segnalibri o delle cartoline; potete firmarlo, scriverci sopra, aggiungere pagine, cartoline, qualsiasi cosa.

3 - Vale sempre la regola di rispettare l'ordine di spedizione, e di dare la precedenza al ring rispetto alle vostre letture "personali" (che non siano ring precedenti) in modo da non far aspettare troppo gli altri.

Journal Entry 3 by magenta82 on Monday, November 26, 2007
partito oggi (da milano)

Journal Entry 4 by FalbalaClaudia from Robecco sul Naviglio, Lombardia Italy on Wednesday, November 28, 2007
Arrivato! Che velocità!

Journal Entry 5 by FalbalaClaudia from Robecco sul Naviglio, Lombardia Italy on Friday, January 04, 2008
Bellissimo! Il grande Chuck non mi delude mai, con i suoi racconti morbosi e surreali riesce sempre a catturarmi dalla prima all'ultima pagina. Questo è un romanzo e un libro di racconti allo stesso tempo... Racconti uno più improbabile dell'altro ma tutti possibili, tenuti insieme da una storia più grande anch'essa affascinante, terribile e scioccante. Ero quasi certa di rimanere delusa nel finale (come mi è capitato in altri romanzi di questo autore) e invece no, è andato via liscio fino all'ultima pagina.

Il dubbio su chi possa essere lo spacciatore di notizie e informazioni mediche di Palahniuk mi rimane...

Journal Entry 6 by Towandaaa from Peccioli, Toscana Italy on Thursday, January 17, 2008
arrivato

Journal Entry 7 by Towandaaa from Peccioli, Toscana Italy on Monday, March 03, 2008
E' davvero difficile dare una definizione di questo romanzo: agghiacciante, stomachevole, triste, ma anche divertente.
Credo proprio che sia uno di quei romanzi che può suscitare contemporaneamente avversione e attrazione: sicuramente non può lasciare indifferenti.
Anche perchè viene da chiedersi se sia l'immaginazione a superare la realtà oppure...se sotto sotto qualcosa potrebbe anche essere realmente accaduto (pensiero ancor più stomachevole e avvilente delle storie narrate in questo romanzo).
Comunque sia, anche quando a ribellarsi non è solo lo stomaco ma pure la coscienza e il senso del buon gusto, si è comunque incuriositi e portati a proseguire la lettura (e non con il sospetto che parte della morbosità che trapela da queste pagine ci abbia contagiati, ma proprio perchè si cerca di capire a quali punti di abiezione e perversione possa giungere la fantasia - o la realtà - in questa discesa agli inferi).
L'abilità dell'autore nel presentare come (nonostante tutto) molto umani certi comportamenti e le pulsioni che li generano mi sembra indubbia.
Allo stesso modo ho apprezzato molto anche la capacità di provocare e di mettere a dura prova le facoltà di comprensione e di giudizio del lettore di fronte ad episodi che solo eufemisticamente si possono definire discutibili, esecrabili, condannabili.
Pur nei toni dell'assurdo, dell'umor nero più spinto, del grottesco, delle trovate da Grand Guignol, si leggono infatti passi che inducono a riprendere in considerazione pensieri che tutti prima o poi affrontiamo.
Tanto per fare solo qualche esempio: i comportamenti improntati ai principi "homo homine lupus" o "mors tua, vita mea"; la "necessità" (intesa in senso sociologico) di trovare/creare "mostri" affinchè incarnino le paure e gli incubi diffusi nella società e diventino il bersaglio dell'odio della gente; e infine, il passo "amletico" che più mi ha colpita: "Se morire significasse solo abbandonare il palco per il tempo necessario a cambiare costume e tornare nei panni di un personaggio nuovo...Vorreste rallentare ? O accelerare ?" in cui viene rispolverata la teoria della metempsicosi ma senza fondarla su giudizi di maggiore o minore meritevolezza dei propri atti, bensì solo sull'aspirazione o meno al semplice cambiamento della propria vita con una diversa.
Aggiungo inoltre un'altra piccola perla (a mio giudizio) che ho scoperto in un episodio secondario, ma che "stuzzica" pensieri importanti come quelli dell'annoso contrasto tra l'essere e l'apparire: quella delle statuette ricoperte di muschio, rubate nei vecchi cimiteri e poi vendute a persone che desiderano per il loro giardino "un tocco antico. Per dare l'idea di aver sempre avuto soldi a palate".
Sarebbero ancora molti i passi da citare, ognuno fantasioso, direi talvolta geniale, e mai fine a se stesso, ma sempre con un sottofondo che di volta in volta assume tono di tristezza, di avvilimento, di cinismo, di calcolo, di avidità, di satira (il "comitato popolare per il reperimento di un nemico decente" e altri "comitati" del genere mi hanno fatto fare grasse risate !).
Tra le molte storie che vengono raccontate le due che mi sono piaciute di più sono "La scatola degli incubi" e "Crepuscolo civile", perchè inducono un'atmosfera di orrore puro, di quel tipo cioè che non è alimentato da mostri e spargimenti di sangue, ma da cose comuni all'interno delle quali si cela un mistero tale da insinuarsi nella mente delle vittime fino a portarle alla pazzia.
Ma molto originali e geniali mi sono sembrate anche le storie sull'elegante ricatto alla ditta produttrice di coltelli e sulla plausibile e originale spiegazione sulle circostanze della morte di Marilyn Monroe.

Journal Entry 8 by laurasan from San Giuliano Milanese, Lombardia Italy on Friday, March 14, 2008
Tutti tranquilli, è arrivato oggi!! Lo leggerò il prima possibile

Journal Entry 9 by mimonni from Como, Lombardia Italy on Wednesday, June 18, 2008
ricevuto oggi :)

Journal Entry 10 by mimonni from Como, Lombardia Italy on Monday, July 14, 2008
la lettura di questo libro è partita bene, ma dopo un po' mi sono impantanata e l'ho mollato. certe situazioni erano troppo stagnanti, anche se l'idea di un ritiro creativo che possiamo definire sequestro di persona all'inizio prometteva bene. quando si cerca di creare sembra che ci sia sempre qualcosa di mezzo ad impedirti di farlo, lavoro, famiglia, acciacchi vari e si rimanda a data da destinarsi... eppure a volte sono proprio gli ostacoli che motivano di più nella ricerca creativa.

insomma se l'avessi continuato qualcos'altro di interessante ne sarebbe uscito, ma messi sul piatto della bilancia i contro hanno prevalso sui pro.

ho troppi libri che m'interessano più di questo da leggere e poi probabilmente non ero proprio in vena.
Ringrazio comunque magenta per avermi dato l'opportunità di farmi un'idea di questo lavoro di Chuck Palahniuk.
Buona lettura a chi segue nel ring.
Spedisco domani.

ciao!

Journal Entry 11 by chell79 from Padova, Veneto Italy on Wednesday, July 16, 2008
arrivato oggi, lo inizio al più presto.. questo librone mi incuriosisce non poco.

Journal Entry 12 by chell79 from Padova, Veneto Italy on Friday, August 08, 2008
c'ho provato, ma non sono riuscita a leggerlo. Complice il poco tempo che ho potuto dedicare alla lettura ultimamente, ho avuto l'impressione che la storia non decollasse e mi sono arresa, rischierei di tenerlo troppo a lungo. grazie comunque per l'opportunità ;)

Journal Entry 13 by Girina from Meda, Lombardia Italy on Saturday, August 30, 2008
arrivato qualche giorno fa per posta!

Journal Entry 14 by mitica88 at Alessandria, Piemonte Italy on Wednesday, May 09, 2012
Arrivato da me!

Journal Entry 15 by mitica88 at Alessandria, Piemonte Italy on Friday, July 13, 2012
Ci ho messo una valanga di tempo, ma finalmente l'ho finito!!
Un libro molto strano (è la mia prima esperienza con palahniuk), ma non mi è dispiaciuto affatto!
Grazie per il ring!

Are you sure you want to delete this item? It cannot be undone.