Il bambino che non era vero

by Keith Donohue | Literature & Fiction |
ISBN: Global Overview for this book
Registered by PaoloGang of Verona, Veneto Italy on 12/12/2006
Buy from one of these Booksellers:
Amazon.com | Amazon UK | Amazon CA | Amazon DE | Amazon FR | Amazon IT | Bol.com
3 journalers for this copy...
Journal Entry 1 by PaoloGang from Verona, Veneto Italy on Tuesday, December 12, 2006
Una sera d'estate, per un capriccio, Henry Day scappa di casa e si nasconde nel bosco. Non farà più ritorno. Un nuovo Henry prende segretamente il suo posto: un ragazzo in tutto uguale all'originale, eppure diverso, antichissimo. È un 'changeling' - leggendaria tribù di eterni bambini che ai margini delle città conduce un'esistenza selvatica e nascosta. Simile al cuculo che depone l'uovo nel nido altrui, l'impostore si insinua nel cuore della famiglia Day e, a furia di recitarne la parte, a poco a poco diventa Henry. Il vero Henry, intanto, è costretto a unirsi ai 'changeling', prende il nome Anyday e conosce la libertà, la magia e la durezza della vita nei boschi. Come i compagni prima di lui, è condannato a scordare lentamente il passato, e ad attendere a lungo, forse per secoli, l'occasione di tornare a essere umano. Ma le identità originarie non sono del tutto sopite e alla fine la nostalgia spinge Anyday sulle tracce del se stesso perduto, mentre strane ombre - una cittadina boema alla metà dell'Ottocento, un maestro di piano e il suo allievo prodigio - portano il nuovo Henry a scavare ancora più indietro nel tempo.
Ispirato a una meravigliosa poesia di William Butler Yeats, "Il bambino che non era vero" seduce il lettore con un intreccio avvincente e profondo, luminoso e pauroso insieme, in bilico tra realtà e fantasia.

Journal Entry 2 by PaoloGang at Bar "Alla Scaletta" in Verona, Veneto Italy on Friday, April 13, 2007

Released 12 yrs ago (4/13/2007 UTC) at Bar "Alla Scaletta" in Verona, Veneto Italy

WILD RELEASE NOTES:

RELEASE NOTES:

In occasione del quarto meeting corsaro veronese.

Journal Entry 3 by didone from Verona, Veneto Italy on Wednesday, May 16, 2007
anche lui era nella mia wish list ed anche lui è venuto a riposare sulla mia libreria...

Journal Entry 4 by didone from Verona, Veneto Italy on Wednesday, April 23, 2008
È quasi un anno che questo libro è sulla mia libreria che riposa. Direi che ha atteso abbastanza!
Ma non verrà lasciato a vagare in questo mondo da solo e sperduto: lo passo a mamma che, dopo averlo letto, lo rilascerà in una OCZ di Verona: o al cinema Fiume o al K2.

Ed ora i commenti: una fantastica ed a tratti onirica descrizione della continua lotta tra la nostra parte "civile", razionale, obbediente alle leggi della società e attenta a ciò che gli altri si aspettano da noi e quella animale, selvaggia, libera ed egoista. Una lotta in cui le parti si mescolano, si scambiano, prendono il sopravvento l'una sull'altra a balzi.

Journal Entry 5 by Rosen from Verona, Veneto Italy on Saturday, October 25, 2008
Ok, son stata un po' cialtrona e non ho mai segnalato di averlo preso io.
E purtroppo non mi ricordo nemmeno in quale occasione.
Comunque adesso lo dico: ce l'ho io, e sono anche, finalmente, riuscita a leggerlo.
Mi è piaciuto molto: è una bella e originale rielaborazione del mito nordico dei changeling, i folletti che rapiscono i bambini e lasciano uno dei loro piccoli al posto del neonato umano. Ne ho incontrato spesso qualche accenno in vari libri che ho letto, e trovarne uno dedicato solo a loro, "modernizzato" e incentrato sulla ricerca dell'identità e sull'approfondimento di ciò che ci rende quello che siamo, è stata una bella sorpresa.
E' scritto molto bene, e sono stata molto coinvolta dallo stile, ottimo per rendere la tristezza e la malinconia di questa storia. Mi è piaciuto anche perchè, pur tentanto di razionalizzare miti e leggende, lascia molto spazio alla magia e la mistero, senza pretendere di dare una spiegazione a tutto.

Adesso penso a dove lasciarlo, o a chi lasciarlo ;D

Are you sure you want to delete this item? It cannot be undone.