La vita davanti a sé

by Romain Gary | Literature & Fiction |
ISBN: 8854504866 Global Overview for this book
Registered by maracujia of Comazzo, Lombardia Italy on 5/26/2017
Buy from one of these Booksellers:
Amazon.com | Amazon UK | Amazon CA | Amazon DE | Amazon FR | Amazon IT | Bol.com
This book is in the wild! This Book is Currently in the Wild!
1 journaler for this copy...
Journal Entry 1 by maracujia from Comazzo, Lombardia Italy on Friday, May 26, 2017
Il pomeriggio del 3 dicembre del 1980, Romain Gary si recò da Charvet, in place Vendôme a Parigi, e acquistò una vestaglia di seta rossa. Aveva deciso di ammazzarsi con un colpo di pistola alla testa e, per delicatezza verso il prossimo, aveva pensato di indossare una vestaglia di quel colore perché il sangue non si notasse troppo.
Nella sua casa di rue du Bac sistemò tutto con cura, gli oggetti personali, la pistola, la vestaglia. Poi prese un biglietto e vi scrisse: «Nessun rapporto con Jean Seberg. I patiti dei cuori infranti sono pregati di rivolgersi altrove». L'anno prima Jean Seberg, la sua ex moglie, l'attrice americana, l'adolescente triste di Bonjour tristesse, era stata trovata nuda, sbronza e morta dentro una macchina. Aveva 40 anni. Si erano sposati nel 1962, 24 anni lei, il doppio lui.
Il colpo di pistola con cui Romain Gary si uccise la notte del 3 dicembre 1980 fece scalpore nella società letteraria parigina, ma non giunse completamente inaspettato. Eroe di guerra, diplomatico, viaggiatore, cineasta, tombeur de femmes , vincitore di un Goncourt, Gary era considerato un sopravvissuto, un romanziere a fine corsa, senza più nulla da dire. Pochi mesi dopo la sua morte, il colpo di scena. Con la pubblicazione postuma di Vie et mort d'Emile Ajar, si seppe che Emile Ajar, il romanziere più promettente degli anni Settanta, il vincitore, cinque anni prima, del Goncourt con La vita davanti a sé, l'inventore di un gergo da banlieu e da emigrazione, il cantore di quella Francia multietnica che cominciava a cambiare il volto di Parigi, altri non era che Romain Gary. A trent'anni di distanza dalla sua prima edizione, la Biblioteca Neri Pozza pubblica questo capolavoro della letteratura francese contemporanea. «Venti anni prima di Pennac e degli scrittori dell'immigrazione araba, ecco la storia di Momo, ragazzino arabo nella banlieu di Belleville, figlio di nessuno, accudito da una vecchia prostituta ebrea, Madame Rosa» (Stenio Solinas).
È la storia di un amore materno in un condominio della periferia francese dove non contano i legami di sangue e le tragedie della storia svaniscono davanti alla vita, al semplice desiderio e alla gioia di vivere. Un romanzo toccato dalla grazia, in cui l'esistenza è vista e raccontata con l'innocenza di un bambino, per il quale le puttane sono «gente che si difende con il proprio culo», e «gli incubi sogni quando invecchiano».

Journal Entry 2 by maracujia at Ospedale Niguarda Ca' Granda in Milano, Lombardia Italy on Friday, May 26, 2017

Released 2 yrs ago (5/26/2017 UTC) at Ospedale Niguarda Ca' Granda in Milano, Lombardia Italy

WILD RELEASE NOTES:

Benarrivato/a :-)
Hai trovato un libro liberato da me!

Il Bookcrossing consiste nella liberazione di libri, allo scopo di poterne seguire il viaggio attraverso i commenti di coloro che li ritrovano. Coloro che vi partecipano lo fanno gratuitamente e senza scopo di lucro, con il solo fine di diffondere il piacere della lettura.
QUI trovi tutte le informazioni (in italiano) sul Bookcrossing.

Puoi segnalare il ritrovamento in maniera anonima (Anonymous Finder) oppure registrarti sul sito.
E' gratis!
Registrandoti, ogni volta che qualcuno inserirà una nuova Journal Entry nella pagina di questo libro, riceverai un'e-mail che ti terrà aggiornato.
Se decidi di registrarti puoi inserire il mio nickname (maracujia) nel campo 'referrer'

Quando l'hai letto non tenerlo in casa ma rilascialo ancora, affinché possa continuare il suo viaggio e altre persone possano leggerlo!

Buona lettura!!!

Are you sure you want to delete this item? It cannot be undone.