Gioco a Perdere

by Stefano Ventisette | Mystery & Thrillers |
ISBN: Global Overview for this book
Registered by melfnt of Pisa, Toscana Italy on 9/4/2014
Buy from one of these Booksellers:
Amazon.com | Amazon UK | Amazon CA | Amazon DE | Amazon FR | Amazon IT | Bol.com
3 journalers for this copy...
Journal Entry 1 by melfnt from Pisa, Toscana Italy on Thursday, September 04, 2014
Non mi piace molto questo libro, è pieno di retorica.

Journal Entry 2 by melfnt at oczfarmasalute in Pisa, Toscana Italy on Saturday, December 06, 2014

Released 4 yrs ago (12/6/2014 UTC) at oczfarmasalute in Pisa, Toscana Italy

WILD RELEASE NOTES:

Goodbye, my friend!

I hope you'll find a reader that can appreciate you.

Journal Entry 3 by kaiou at Pisa, Toscana Italy on Monday, February 09, 2015
Oggi sono passato a fare uno scambio "prendi uno e lascia due libri", nella OCZ.

Mi ispirava come grafica vintage questo libro, ma devo ammettere che ha una delle prose più pompose ed esagerate che abbia mai letto, sembra quasi una parodia del libro che si finge impegnato senza dire niente :D

Dovrebbero far scrivere più libri agli scienziati e meno ai letterati.

Senza nulla togliere all'autore che si è messo tanto in gioco pubblicandolo, penso che lo rilascerò senza andare oltre le prime 4 pagine ^^

Grazie!

Journal Entry 4 by kaiou at Festa del Presente 2015 in Pisa, Toscana Italy on Tuesday, April 28, 2015

Released 4 yrs ago (5/3/2015 UTC) at Festa del Presente 2015 in Pisa, Toscana Italy

WILD RELEASE NOTES:

Al banchetto del Bookcrossing per la Festa del Presente, in Piazza Santa Caterina!

Journal Entry 5 by lettorexcaso at Pisa, Toscana Italy on Friday, May 08, 2015
Pagine e pagine di emozioni, impressioni, pensieri, riflessioni, descritte con uno stile ridondante si contrappongono a fatti oggettivi che vanno, più che raccontati, appena citati o lasciati intuirein quanto relegati a semplice innesco di tali pensieri e tali emozioni , sviluppando in maniera più che soddisfacente l'idea alla base di questo libro: il contrasto tra un mondo reale che non può esser colto se non passando attraverso il filtro della soggettività, e il mondo percepito, con tutta la sua volubilità.
Purtroppo, una trama praticamente assente (forse volutamente) porta il lettore ad andare avanti solo con la promessa (in parte rispettata) di un finale a sorpresa. Risulta un libro che in definitiva non lascia nulla, e il romanzo si trasforma in un semplice esercizio stilistico.

Are you sure you want to delete this item? It cannot be undone.