corner corner Le chiavi del Regno (The Keys of the Kingdom)

Medium

Le chiavi del Regno (The Keys of the Kingdom)
by CRONIN, A.J. | Literature & Fiction
Registered by wingliberliberwing of Milano, Lombardia Italy on 12/18/2002
Average 9 star rating by BookCrossing Members 

status (set by Auro): travelling


This book is in the wild! This Book is Currently in the Wild!

5 journalers for this copy...

Journal Entry 1 by wingliberliberwing from Milano, Lombardia Italy on Wednesday, December 18, 2002

10 out of 10

Un vero capolavoro. Una storia meravigliosa con un protagonista indimenticabile. Il motivo per cui sono stata tre settimane in una missione in Thailandia. Cosa la religione cattolica è e significa per me. I due lati della Chiesa, del modo di vedere - e vivere - la religione, sono sfiorati ma non superficiali; l'umanità e la grandezza umile del protagonista sono descritti magistralmente all'interno di una trama appassionante da quello che considero uno dei dei più grandi scrittori di questo secolo. 


Journal Entry 2 by solimano from Firenze, Toscana Italy on Saturday, December 21, 2002

10 out of 10

Qualche anno fa la mia copia del libro è andata perduta; mi era sempre rimasta la voglia di leggerlo... 


Journal Entry 3 by solimano from Firenze, Toscana Italy on Friday, January 10, 2003

10 out of 10

Mi ha conquistato piano piano. Ho iniziato a leggerlo e non l'ho più abbandonato fino all'ultima pagina. Può un libro così "triste" riempirti di serenità, donarti gioia? Sì, può.
E' la storia di un'anima garnde, di un povero prete che ha il coraggio di rimettersi sempre in discussione, di ricominciare da capo dopo ogni sconfitta, di rialzare la testa fiducioso.
Il tema della scelta religiosa del protagonista, della sua fede grande e semplice è, per molti aspetti, secondario. Ma ti tocca nel profondo più di tanti libri di spiritualità.
Mi ha richiamato alla mente le Beatitudini: pagina dopo pagina riesci a vedere quasi il loro relizzarsi in terra attraverso un piccolo "servus Dei - et hominis". 


Journal Entry 4 by fuocoblu from Milano, Lombardia Italy on Thursday, May 22, 2003

8 out of 10

Gran bel libro. La spiritualità e la religione presentate nella loro forma superficiale, "mondana" e visibile e in quella profonda, autentica, più nascosta, ma indimenticabile per chi la incontra.
Quello che la religione è, o dovrebbe essere se non ce ne dimenticassimo.


" -Buttate le armi. Non ucciderai. Vi ordiniamo di non combattere!- Sì, ci sarebbero persecuzioni e molte esecuzioni. Ma questi sarebbero martiri, non omicidi [...] Sancire la giustizia delle armi è un invito alla distruzione" 


Journal Entry 5 by fuocoblu at Area Picnic a Stupinigi in Torino, Piemonte Italy on Thursday, May 22, 2003

This book has not been rated.

Released on Sunday, May 18, 2003 at Area Picnic a Stupinigi in Torino, Piemonte Italy.

Liberato al BC picnic a Stupinigi 


Journal Entry 6 by xenia on Monday, June 16, 2003

This book has not been rated.

prelevato a Stupinigi, durante il pic nic post fiera del libro, metà maggio 2003... registrazione tarda, ma meglio tardi che mai... :) 


Journal Entry 7 by xenia on Friday, December 19, 2003

9 out of 10

Iniziato non senza qualche remora, mi ha preso praticamente da subito... Sono rimasta molto colpita dalla figura del prete - il protagonista, dal suo approccio non convenzionale alla religione, dal modo in cui ha sapito convertire un giovanile amore perduto in amore universale per gli altri, dallo sguardo profondamente umano che posa su chi gli sta intorno...
Soprattutto ho apprezzato la sua umanità profonda eppure imperfetta: presentarlo come un santo sarebbe forse eccessivo, ma come un uomo giusto, questo sì, e coraggioso, che non si nasconde all'ombra dei dogmi, che non ambisce ad altro se non ad aiutare il prossimo e ad accoglierlo.
Io sono convinta che esistano persone del genere nella Chiesa, specie nel mondo missionario; non molte, magari non al suo livello, ma più di quanto si pensi. E spesso immagino che se la Chiesa come istituzione fosse guidata da persone simili, e non da vescovi fintamente umili in carriera, molte cose sarebbero (e sarebbero state) diverse. Con ogni probabilità molti (e io per prima) non si troverebbero assumere posizioni anticlericali su certe questioni, e la società non vivrebbe questo scollamento fra religione e chiesa, fra la fede e l'istituzione che in qualche modo la 'rappresenta', fra umano e divino.
Ho sottolineato a pag. 358 un passaggio secondo me stupendo sull'ecumensimo e contro il dogmatismo (e il bigottismo, aggiungo...):

"ho fatto su in un bel fardello tutti quei cavilli e piccoli sofismi della nostra dottrina... (cut)
Francamente non posso credere che una creatura di Dio resterà add arrostire per l'eternità solo perché ha mangiato una costoletta di montone di venerdì. Se facciamo nostri i principi fondamentali, amando Dio e il nostro prossimo, come si può sbagliare? E non sarebbe ora che tutte le Chiese del mondo la smetttessero di odiarsi a vicenda... e si unissero insieme? Il mondo è un unico corpo che vive e respira, che dipende per la sua salute dai miliardi di cellule di cui è costituito, e ogni minuscola cellula è il cuore dell'uomo.... "


E... leggete le ultime 40 pagine tutte insieme. E' la fine della storia, in qualche modo, il ritorno dal viaggio. Sono pagine commoventi, pur senza essere sdolcinate.
 


Journal Entry 8 by xenia at REW pub via Savona in Milano, Lombardia Italy on Tuesday, March 09, 2004

This book has not been rated.

Released on Tuesday, March 09, 2004 at REW - via Savona, 10 in Milano, Lombardia Italy.

è un libro stupendo... leggetelo, davvero, e non lasciatevi ingannare dalla quarta di copertina, non è per niente noiois, anzi...;) 


Journal Entry 9 by Auro from Milano, Lombardia Italy on Monday, March 15, 2004

This book has not been rated.

praticamente costretta a leggerlo da persone amiche, lo metto nella tbr.
la pazienza e' condicio sine qua non, ma prometto che ce la faro', prima o poi...
(107 della tbr, per l'esattezza) 


Journal Entry 10 by Auro from Milano, Lombardia Italy on Friday, November 05, 2004

This book has not been rated.

l'ho letto molto velocemente, solitamente è segno di lettura "che prende"... il libro è molto affascinante e interessante. molto simile a libri (beh, insomma pubblicazioni...) di Tuez che raccontano l'esperienza di preti e suore che lavorano in Chiapas... probabilmente mi ha "preso" diversamente per il salto storico e anche per il mio indiscusso interesse più per l'america latina che per l'estremo oriente. e per lo stampo appunto più moderno della narrazione e forse più cinico (che io decisamente preferisco).
in ogni caso è un bel libro, imho non esaltante, talvolta prolisso, ma bello.
(lo sapete che hanno fatto un film su sto libro in cui recita Gregory Peck, era oggi pomeriggio su rete4... coincidenza? e chi ci crede più alle coincidenze... ) 


Journal Entry 11 by Auro at REW pub via Savona in Milano, Lombardia Italy on Tuesday, November 09, 2004

This book has not been rated.

Released on Tuesday, November 09, 2004 at about 1:00:00 PM BX time (GMT-06:00) Central Time (US & Canada) at REW - via Savona, 10 in Milano, Lombardia Italy.

RELEASE NOTES:

al MU di novembre 


Are you sure you want to delete this item? It cannot be undone.