<< back to articles

corner corner BookCrossing a scuola

Il piacere di leggere

by windnini
May 6, 2008

Il piacere di leggere. Un gusto sottile che si snoda attraverso sentieri liberi e diversi fra di loro. I bambini hanno bisogno di scoprirlo e provarlo, ma per questo devono percorrere spesso strade irte di regole, paletti, rigidi decaloghi.

Così via via perdono l’entusiasmo tra selve di imposizioni, assurdi comandamenti che trasformano liquidano l’eventuale interesse stemperandolo in un vago senso di sonnolenta noia.
Il libro diventa un oggetto qualsiasi. non una possibilità, un momento di gioia, riflessione o semplicemente di serenità.

Poi un’ insegnante incontra il BookCrossing e comincia a pensare che tutti questi corsari, tutta questa flotta di libri che veleggiano liberi, in un clima di rispetto e di allegra generosità, aperto al confronto e alla discussione, senza imposizioni troppo rigide, potrebbero aiutarla a far vivere l’avventura e il gusto del leggere ai bambini.

Così comincia a prendere forma un’idea semplice, un’idea che azzera i problemi della carenza cronica di materiali e di stanziamenti per la lettura nella scuola, si libera dalle catalogazioni, e lascia avvicinare senza patemi e ansie i libri ai bambini e anche ai grandi: fare BookCrossing a scuola.
Occorre ripensare l’organizzazione e mantenere un profilo educativo: aiutare i ragazzi ad imparare l’idea di liberare i libri, di separarsene e di ridare vita a testi abbandonati. Si parla della condivisione di momenti e la lettura diventa il tramite per un incontro.

Bisogna trovare un luogo dove si possano trovare i libri, individuare una metafora che renda l’idea di lettura leggera, contrapposta a quella pesante che fino ad ora è passata.

E’ necessario alleggerire i vincoli e far crescere il senso di responsabilità.

Ci ho provato con tutte le forze e ora, questo BookCrossing semplificato, confortato da tanti BookCrosser meravigliosi, mi sta dando grandi soddisfazioni.

I bambini toccano i libri, li annusano, li tengono tra le mani, li leggono, ne parlano tra di loro e con i grandi. Finalmente tante piccole gocce hanno trovato un mare di libri e da piccoli corsari ci sguazzano dentro senza doversi troppo preoccupare di renderne conto. Così, per il piacere di farlo.





BOOKCROSSING AT SCHOOL


Pleasures of Reading



by


The cunning taste which unwinds itself through free paths, different from one another. Children need to discover and try it, but in order to do it they are often compelled to run through ways bristling with rules, poles and rigid vademecum.

Thus losing gradually their enthusiasm through thick woods of assignments, absurd commands which transform the probable interest, watering it down into a faint sensation of sleepy boredom.

A book becomes an ordinary item, it is no longer an opportunity, a moment of joy, of reflection or of simple serenity.

Then a teacher meets BookCrossing and starts thinking up that all these "corsairs", all these fleets of books sailing free, in an outgoing and open-minded atmosphere of respect and joyful unselfishness, without too many strict rules, could help her to make the adventure and the pleasure of reading alive for children.

That way a simple idea starts to be shaped, it is an idea which zeroes the chronic school reading materials and budget shortage, which gets rid of cataloguing and lets both children and adults approach books without worries or anxieties: BookCrossing at school.

You need to think of a new organization and to preserve the educational point of view: helping children to learn the idea of making books free,of parting from them and of giving life to underrated texts again. We are dealing with the sharing of time and reading becomes the path towards a meeting.

You need to look for a place where books can be found, you have to find a metaphor which makes the idea of reading lighter, contrasting it with the heavy one which has ruled so far.

It is necessary to lighten the bonds and to increase the sense of responsibility.

I have tried to do it with all my strength and now, this simplified BookCrossing, supported by a lot of wonderful BookCrossers, is offering me a great satisfaction.

The children touch the books, smell them, hold them in their hands, read them and talk about them to one another and to adults, too.

Finally lots of tiny drops have found an ocean of books and like some young corsairs they wallow in them without too much thinking of answering for something. Just only for the pleasure of doing it.


Are you sure you want to delete this item? It cannot be undone.